Il giorno della stella di natale

Communities in Bloom, sceglie Asproflor Comuni Fioriti come unico partner italiano per la selezione di comuni e città italiane da candidare alla competizione internazionale.
06/12/2020
Io vivo in un comune fiorito
28/12/2020

Il giorno della stella di natale

Asproflor Comuni Fioriti – l’associazione di produttori florovivaisti- invita a  festeggiare anche in Italia  “il  giorno della stella di natale” .

 Il 12 dicembre 2002 infatti il Congresso degli Stati Uniti  ha istituito il “Poinsettia Day” per onorare il padre dell’industria della poinsettia, Paul Ecke. La data del 12 Dicembre è stata scelta anche per ricordare la morte di Joel Roberts Poinsett, un botanico americano e primo ministro degli Stati Uniti in Messico, dove la scoprì nel 1828 e fu poi incaricato di promuovere il piano industriale di diffusione della nuova pianta.

Oggi solo in Italia si producono  18 milioni  di stelle di natale, dice Sergio Ferraro produttore e Presidente Asproflor, in più di 150 varietà non solo rosse ma di colori nuovissimi e particolari: gialle, rosa, salmone, arancio, bordeaux, stropicciate (winter rose), rosse puntinate di bianco (glitter) ecc.
La Poinsettia è una delle piante coltivate più sottoposte a ricerca e ibridazione continua per migliorarne le caratteristiche. Alla ricerca  si dedicano moltissimi ibridatori, costitutori e aziende di propagazione con l’obiettivo di migliorare le caratteristiche come: la facilità di coltivazione anche a basse temperature, la resistenza al confezionamento e al trasporto, colori nuovi ecc. Molte sono le grandi regioni produttive italiane, Veneto,  Trentino- Alto Adige,  Friuli -Venezia Giulia, Emilia Romagna,  Liguria,  Lazio,  Marche, Abruzzo, Puglia,  Campania,  Sicilia,  Piemonte e Lombardia.

Il Natale si avvicina, è tempo, quindi, del “Giorno della Poinsettia”, la famosa pianta dalle “foglie o brattee rosse” e dai “fiori o ciazi gialli” (infiorescenza con un fiore femminile circondato da piccoli fiori maschili, una caratteristica delle euforbiacee famiglia che conta 2000 specie).
La festività legata a questa meravigliosa pianta risale a metà ‘800 e da ormai molti   anni si è affermata anche in Italia, un’occasione importante per ricordare a tutti il valore della produzione florovivaistica  legata alla cosiddetta “Stella di Natale”.

In Italia, secondo ASPROFLOR sono infatti 26.000 le aziende attive nel settore, con un fatturato di 2 miliardi e 600 milioni di euro il 5,5% della PLV agricola ed un attivo nel bilancio dell’export di 460 milioni di euro.
A promuovere la stella di natale a livello europeo è l’iniziativa “Stars for Europe”, fondata nel 2000 da coltivatori europei di Poinsettia, in Italia la promozione è curata dalle aziende leader di giovani piante, da associazioni di Florovivaisti e Garden center, dalla stampa di settore .La poinsettia e’ la pianta piu’ venduta e offerta nelle campagne solidali natalizie come quella dell’AIL.

ASPROFLOR consiglia e invita a sostenere il comparto italiano, acquistando una pianta coltivata nelle serre italiane. Quest’anno l’augurio e l’auspicio più  grande, dice  Franco Colombano produttore e vice presidente ASPROFLOR  è che una pianta di Poinsettia possa entrare in ogni casa italiana come  simbolo di augurio e serenità  colorando le feste e avvicinando  le  famiglie.
Per il buon mantenimento della pianta ASPROFLOR suggerisce di mantenerla in un luogo caldo e luminoso senza eccedere nelle irrigazioni, la Poinsettia è una pianta molto sensibile agli sbalzi termini e difficilmente si adatta alle rigide temperature e ai lunghi viaggi. La stella di natale ha anche una lunga durata come fiore reciso a patto di prepararla correttamente è necessario infatti immergere gli steli, subito dopo averli recisi ,in acqua a 60° per circa 5 secondi e successivamente in acqua fredda.

Il mercato offre stelle di natale di tutte le misure e di tutti i prezzi, dal vaso micro del 5,5 cm a ciotole da 30/40 cm o con forme particolari ad alberetto, piramide, i prezzi  partono da 2 Euro per piccoli vasi fino a 40 o 50 Euro per le forme più insolite. Qualsiasi sia la colorazione di questa bella pianta, la sua presenza allieterà in ogni modo i nostri focolari, dando un tono più vivace alle festività!

Torino 11/12/20